Ricerca e Sviluppo

Ricerca Sviluppo

About RR&D

L'esperienza nella ricerca

Angelini, con 70 anni di esperienza R&D nel settore farmaceutico, ha realizzato lo sviluppo completo di diversi farmaci. Due di questi, l’antinfiammatorio per uso topico benzidamina e l’antidepressivo trazodone, sono diffusi a livello mondiale e commercializzati in oltre 60 paesi. Negli anni ‘90, Angelini ha acquisito in licenza l’antibiotico fluorochinolonico prulifloxacina, realizzandone il completo sviluppo preclinico e clinico in Europa, registrandolo e commercializzandolo in diversi paesi. Più recentemente, ha acquisito in licenza la dalbavancina, un antibiotico semi-sintetico appartenente alla classe dei lipoglicopeptidi di seconda generazione indicato per il trattamento delle infezioni batteriche acute della cute e della struttura cutanea, e una nuova formulazione a rilascio prolungato di litio solfato per il disturbo bipolare. Inoltre, nel 2016, è entrata nel diversificato portfolio Angelini un’associazione di paracetamolo e ibuprofene, la prima in Europa, attualmente oggetto di studi clinici. L'ingresso dell'Azienda nell'area delle Malattie Rare si è realizzato grazie all'accordo con Ovid Therapeutics per lo sviluppo, la produzione e la commercializzazione nei paesi europei di gaboxadol, un farmaco sperimentale attualmente in Fase III di sviluppo clinico per il trattamento della malattia di Angelman.

Attualmente, Angelini ha circa 30 studi clinici in corso, nelle varie fasi di sviluppo, con oltre 2.000 pazienti reclutati in più di dodici paesi.

 

L'innovazione

Angelini è un gruppo moderno, sensibile ai cambiamenti del mercato e proiettato al futuro, come dimostra l’implementazione delle attività innovative in Regulatory, Research & Development e Medical (RR&D)Il Team RR&D è concretamente impegnato nel supportare innovazione e sostenibilità e contribuisce attivamente all’ampliamento del portfolio prodotti Angelini nel breve, medio e lungo termine, anche grazie alla forza di valori come collaborazione e performance.

Il team aiuta a definire la strategia aziendale con un approccio analitico orientato al problem solving e garantisce una gestione efficace del ciclo di vita dei prodotti. L’RR&D promuove rigidi controlli di qualità e standard etici e contribuisce all’innovazione attraverso ricerca scientifica, sviluppo clinico e preclinico, e registrazione di nuovi prodotti farmaceutici nelle aree terapeutiche “core”. I dipartimenti RR&D sono organizzati in accordo con la strategia aziendale, lavorando in maniera integrata per lo sviluppo dei prodotti dalle fasi più precoci a quelle più avanzate, e assicurando una gestione centralizzata ed armonizzata di tutte le attività nei paesi in cui Angelini è presente in merito al rispetto delle normative, la registrazione dei prodotti e le procedure di farmacovigilanza e regolatorie.

I progetti di RR&D supportano le attività di life cycle management di prodotti già nel portfolio aziendale e lo sviluppo di nuovi prodotti non farmaceutici, spesso caratterizzati da tempi di immissione nel mercato più rapidi, nonché progetti che mirano allo sviluppo di prodotti farmaceutici innovativi nelle aree terapeutiche “core” di Angelini e in nuovi scenari terapeutici.

L’RR&D dispone di tutte le capacità e le competenze necessarie per lo sviluppo completo di un farmaco, dall’identificazione di nuovi composti bioattivi mediante tecniche di chimica computazionale e farmacologia, allo scale-up chimico e lo sviluppo analitico, la bio-analisi e la farmacocinetica, la formulazione e lo sviluppo clinico, registrazione e farmacovigilanza.

Pipeline

L’RR&D ritiene che la creazione di un network sia fondamentale per l’innovazione e ha creato un modello specifico di ricerca e innovazione basato sul concetto di pipeline dinamica.
Nel quadro di questo modello, i progetti possono nascere da attività interne o dal contributo di ricercatori di spicco del settore pubblico e privato, per poi essere sviluppati in house o con i nostri partner, sulla base di criteri di sostenibilità e opportunità.

L’innovazione si conquista attraverso una rete scientifica dinamica finalizzata alla collaborazione e alle partnership, anche nell'ambito di programmi finanziati a livello nazionale e internazionale. A tal fine, il Team opera per identificare i gruppi di ricerca di alto profilo per collaborazioni su programmi di ricerca interni e prodotti innovativi in fasi precoci di sviluppo.

Aree terapeutiche

Le aree terapeutiche principali sono state selezionate in seguito a una valutazione strategica e in base all’attuale portfolio di prodotti e alle capacità di Angelini.
Nelle aree di intervento terapeutico non si lavora soltanto su piccole molecole; ricerca e sviluppo sono aperte anche ad altre soluzioni, inclusi prodotti terapeutici avanzati. Il modello di innovazione è stato introdotto anche come sostegno ai prodotti già presenti nel portfolio della società. L’RR&D Angelini è da sempre attenta alla qualità dei suoi prodotti, farmaceutici e non, e garantisce l’alto livello scientifico di tutti gli studi non clinici e clinici.

Le aree di intervento terapeutico sono legate al più ampio concetto di cura del paziente. La terapia per una specifica malattia mira principalmente a intervenire sui target molecolari che la causano, ma il trattamento del paziente necessita di una prospettiva più ampia e include terapie di supporto nelle varie aree terapeutiche. Angelini si impegna a migliorare il trattamento dei pazienti con lo sviluppo di un approccio che include farmaci, dispositivi medici e interventi non farmacologici, per adattare al meglio la terapia alle esigenze specifiche dei vari pazienti.

 

Salute Mentale

Quello dei farmaci per la salute mentale, in particolare per i disturbi dell’umore, è il campo in cui Angelini ha ottenuto i maggiori successi e riconoscimenti a livello mondiale.
L’introduzione nella pratica clinica del trazodone per il trattamento della depressione maggiore avvenuta negli anni ’70 in Italia e in Europa e nel 1981 negli Stati Uniti, ha cambiato l’approccio terapeutico di questa malattia. Il suo ampio spettro di attività neurofarmacologiche e la sua buona tollerabilità lo rendono ancora oggi un farmaco ampiamente utilizzato.
Nel dipartimento RR&D continuano gli studi sul meccanismo d’azione del trazodone e di nuovi composti chimici che si sono dimostrati attivi su una serie di target molecolari coinvolti nelle malattie neuropsichiatriche, sviluppando una profonda competenza nell’ambito della biochimica, della fisiologia e della farmacologia dei meccanismi neurali connessi alla depressione maggiore e ad altri disturbi dell’umore. Questi studi sono incentrati sui meccanismi responsabili dell’attività antidepressiva a valle degli effetti sulla neurotrasmissione.

Angelini ha acquisito in licenza una formulazione di litio a rilascio prolungato, la prima in Italia, che si è rivelata utile come stabilizzatore dell’umore nel trattamento del disturbo bipolare. Più di recente, è stato acquisito in licenza un prodotto contenente lurasidone, che ha ampliato il portfolio dell’Azienda nell’area del trattamento della schizofrenia.

La Ricerca Clinica Angelini è impegnata a generare dati per rafforzare e approfondire il know-how scientifico sull'attuale portafoglio, inoltre sono in corso attività di R&D su nuovi target molecolari responsabili di importanti patologie del sistema nervoso, incluse le malattie rare.

 

Dolore e Infiammazione 

RR&D Angelini ha una lunga tradizione di ricerca su dolore e infiammazione: studi sul ruolo di prostaglandine, citochine, oppioidi e vie di trasmissione serotoninergica nei meccanismi di modulazione del dolore e dell’infiammazione sono da sempre parte delle competenze aziendali.

Attualmente, l’RR&D è focalizzata sull’identificazione di nuovi prodotti e sullo studio di farmaci noti, da usare in monoterapia o in combinazione, al fine di aumentarne l’efficacia e ridurne gli effetti indesiderati. Inoltre, sono attualmente in fase di studio alcune formulazioni per ottimizzare la biodisponibilità e il regime posologico dei farmaci.

Malattie infettive  

L’RR&D sta attualmente conducendo degli studi clinici post-commercializzazione e svolgendo attività di life cycle management sui prodotti del portfolio per ottimizzarne l’efficacia e ampliarne le indicazioni terapeutiche.

Malattie pediatriche 

L’RR&D dei farmaci pediatrici rientra nella sfera della sanità infantile, che coinvolge un ampio spettro di professionisti, istituti, contesti, attività e convenzioni sociali e culturali. La popolazione pediatrica è eterogenea e spazia dai neonati agli adolescenti con grandi differenze tra le varie fasi dello sviluppo. Per questo motivo i farmaci devono essere formulati in maniera da poter essere adattati all’età, al peso, alla condizione fisiologica e ai requisiti terapeutici del bambino, con varie formulazioni e dosaggi, vie di somministrazione e accettabilità da parte del paziente.

L’RR&D ha posto in essere collaborazioni con reti di ricerca e importanti gruppi di lavoro, inclusa la rete INCIPIT dei centri pediatrici italiani e l’ECNP sulla psichiatria infantile e adolescenziale, con l’obiettivo comune di sviluppare e offrire metodologie e trattamenti sempre più all’avanguardia.

Prodotti non farmaceutici 

L’RR&D è impegnata in studi per l’identificazione e lo sviluppo di prodotti innovativi nutraceutici, disinfettanti, biocidi e dispositivi medici, a supporto dei prodotti farmaceutici in portfolio e delle linee commerciali aziendali.

Pipeline

Pain & Inflammation Disorders
Nervous System Diseases & Disorders
Non-pharma
Other
          Benzydamine new
formulations
          Naxopren new
formulations
          Ibuprofen new
formulations
  New Delivery Platforms       Paracetamol new formulations
          Ibuprofen + paracet
new formulations
Kv7 Trazodone non oral   Trazodone
gabapentin
  Fentanyl
GSK-3beta     Trazodone pediatry   Lurasidone
      Paracetamol PDA   Trazodone new
formula/indications
      Prulifloxacin CBP Benzydamine
econazole †
Dalbavancin
Cosmetics, Nutraceutics, Disinfectants
DISCOVERY PRECLINICAL
DEVELOPMENT
PHASE I PHASE II PHASE III
† Pre-registration
PHASE IV
Life cycle Management