Il "colpo della strega": cosa succede alla schiena?

Cura Dolore Terapia Dolore

Il colpo della strega si può definire come un improvviso episodio di lombalgia in cui il soggetto colpito oltre ad avvertire un dolore molto intenso, localizzato essenzialmente alla zona lombare e che talvolta si irradia anche ai glutei ed alla coscia, perde in modo più o meno completo la capacità di movimento, praticamente si "blocca". Questa sensazione di essere "bloccati" è dovuta alla presenza di una contrattura muscolare, con conseguente impossibilità ad effettuare anche i più piccoli e banali movimenti.

 

Quando si verifica?

Questo doloroso ed improvviso “blocco” si può manifestare dopo un movimento brusco ed anomalo della colonna vertebrale e talvolta dopo uno sforzo, anche banale.
Spesso l’episodio compare quando preesistono delle alterazioni dei dischi intervertebrali (cuscinetti posti tra una vertebra ed un’altra e che fungono da ammortizzatori), spesso riconducibili alla presenza di un processo di artrosi.

 

Come si cura?

Durante la fase acuta è necessario scaricare la colonna vertebrale, in poche parole occorre riposo; solitamente si ricorre anche alla somministrazione di una terapia farmacologica, che deve essere prescritta dal medico, a base di farmaci antinfiammatori ed antidolorifici allo scopo di ridurre la sintomatologia e permettere al soggetto colpito di tornare alle proprie attività.
Quando la sintomatologia si protrae nel tempo oppure quando gli episodi si ripetono con una certa frequenza può rivelarsi utile della fisioterapia; ovviamente la tipologia e la durata del trattamento devono essere stabilite dal medico che la prescriverà solo dopo avere effettuato un’accurata valutazione del caso specifico.

 

Fattori di rischio

Prima di tutto le posture sbagliate, soprattutto quelle che vengono assunte nelle attività lavorative ma anche l’eccessivo peso corporeo, per il sovraccarico al quale viene costretta la colonna vertebrale, l’artrosi, la scoliosi della colonna, diverse patologie ossee.

 

Prevenzione

Si rivela molto utile adottare delle corrette abitudini di portamento, evitando posizioni viziate anche se comode; per il nostro riposo notturno è consigliabile poi utilizzare un letto duro ma non troppo ed un cuscino basso. E’ quanto mai opportuno non forzare mai la schiena nelle attività quotidiane, evitare movimenti bruschi ma abbassarsi gradualmente e quando si deve prendere qualcosa da terra limitare la flessione in avanti della schiena ma abituarsi piuttosto a piegare anche le ginocchia.
Inoltre per la salute della schiena è importante svolgere dell’esercizio fisico, a patto naturalmente che sia corretto, ad esempio possono aiutare il nuoto, la cyclette e naturalmente il camminare; per prevenire le lombalgie e quindi anche l’insorgenza del “colpo della strega” è bene imparare e svolgere con costanza alcuni esercizi fisici specifici.

Articoli correlati