Torna all'archivio
10/07/2014| Rapporto Istat 2014: aumentano gli Italiani affetti da depressione

È stato presentato a Roma il rapporto Istat intitolato “Tutela della salute e accesso alle cure”, che indaga lo stato di salute della popolazione italiana. L’indagine evidenzia come la crisi economica degli ultimi anni abbia inciso sulla salute dei cittadini italiani e sulle loro abitudini in materia di cure.

Dai dati emerge in maniera evidente come all’aggravarsi della congiuntura economica negativa corrisponda una aumentata diffusione di patologie a carico del sistema nervoso. Tra i problemi di salute mentale, la malattia più diffusa è la depressione, che riguarda 2.6 milioni di italiani, in prevalenza donne. Paragonato con i valori del 2005, vale a dire del decennio precedente, l’indice che definisce la salute mentale è sceso di 1.6 punti, in particolare tra gli under 35. Rispetto al decennio precedente, inoltre, sono in crescita i tumori maligni (+60%), le malattie a carico della tiroide (+52%) e quelle legate all’avanzare dell’età (Alzheimer e demenze senili + 50%). Dal rapporto è evidente inoltre come gli italiani non rinuncino alla cura della salute, attraverso visite specialistiche (+2,9% vs 2005), sacrificando però le cure odontoiatriche, che crollano del 30%.

 

A cura di Comunicazione Corporate Angelini

 

Torna all'archivio
Articoli correlati