Come eseguire una fasciatura

Il tipo di fasciatura e il metodo di applicazione dipendono dalla lesione subìta e dalla parte del corpo coinvolta. Se non si hanno a disposizione bende o fasce, si può ricorrere ad altri tessuti (che siano puliti e che non rilascino pelucchi: no all'ovatta!). Nelle operazioni di fasciatura si può richiedere l'aiuto dell'infortunato stesso, se possibile. Assicuratevi che la fasciatura non sia troppo stretta e, se possibile, lasciate fuori le dita del piede e della mano per controllare la circolazione. Comprimete un'unghia fino a farla diventare bianca, lasciate la pressione e verificate se torna completamente rosa. In caso contrario, allentate immediatamente la fasciatura.

Eseguire una fasciatura

Ecco alcuni consigli per praticare una fasciatura:
  • sostenete la parte da bendare nella posizione che dovrà assumere a lavoro ultimato
  • ponete l'estremità esterna della benda contro la parte che deve essere fasciata
  • cominciate con un giro obliquo verso il basso, cosicché l'estremità finale della benda sia assicurata al giro successivo
  • srotolate la benda mano a mano che operate la fasciatura
  • lavorate sempre dall'interno all'esterno delle estremità, dalla parte lesionata al davanti della testa e del tronco, e dal basso in alto
  • ogni giro di benda deve coprire due terzi del giro precedente, lasciando un terzo scoperto
  • fare sempre giri paralleli
  • fissate sempre la benda con un nodo piano o una spilla di sicurezza, non facendo mai capitare questa parte direttamente sulla ferita o su un osso sporgente.

Torna su

Bendaggi

Bendaggi triangolari
Questo tipo di bendaggi può essere usato sia in caso di fratture per assicurare un braccio al collo, sia in caso di lesioni, come le ustioni che non necessitano di una fasciatura che comprima. Il triangolo può essere realizzato utilizzando un quadrato di stoffa che abbia il lato di un metro, tagliato in due secondo la diagonale.
Per assicurare un braccio al collo, usate il triangolo come tale, aperto, avendo cura di ripiegare appena la base per offrire una maggiore resistenza al margine. Per una fasciatura larga si può ripiegare la punta sulla base e quindi ripiegare ancora una volta. Per una fasciatura stretta, invece, ripiegare ancora una volta la fascia larga.

Uso di bende arrotolate
Le fasciature con bende arrotolate possono essere utilizzate per:
  • assicurare la medicazione
  • esercitare pressione in caso di emorragie
  • frenare il gonfiore in caso di distorsioni e strappi muscolari
  • immobilizzare un arto.


Riportiamo di seguito l'esempio di un bendaggio della caviglia e della mano:
  • fare un giro intorno alla caviglia o al polso per assicurare le estremità della benda
  • passare la benda sul dorso della mano fino alla base del mignolo
  • passare la benda sul palmo della mano fino all'indice e fare così due giri intorno al palmo
  • passare quindi nuovamente la benda sul dorso fino al polso
  • continuare così facendo figure di otto
  • finire con due giri intorno al polso, fissando l'estremità con un nodo piano dividendo per metà l'estremità della benda, annodando i due capi dopo averli fatti girare intorno al polso.

Torna su
Articoli correlati

NienteMale cerca il tuo dolore